Due giorni dedicati alla pizza, tra i bambini della scuola primaria

Due giorni dedicati alla pizza,

tra i bambini di seconda classe della scuola primaria ‘Mario Nuccio’ di Marsala,

grazie al primo progetto “Mani in pasta – consapevolezza alimentare nei banchi di scuola”, organizzato il 7 e l’8 febbraio dall’Istituto Comprensivo di cui è dirigente scolastico Mariella Parrinello.

Protagonista dell’iniziativa, rivolta agli alunni e coordinata dalle insegnanti Laura Mezzapelle e Anna Maria Dado, è stato Maurizio Casano, che nel mese di novembre scorso ha conseguitocon il massimo dei voti il titolo di Master Istruttore pizzaiolo conferitogli da Pizza News School

la Scuola certificata e accreditata in Europa specializzata in corsi di pizzaiolo e istruttore pizzaiolo, presso i Grandi Molini Italiani.

Casano – Istruttore di Pizza Classica, Pizza Napoletana, Pizza in Pala e Pizza in Teglia

ha spiegato ai bambini coinvolti, muniti ciascuno di cappellino e grembiule come provetti pizzaioli, il percorso di preparazione della pizza, a partire dalla semina del grano fino al suo raccolto,

per finire con la lavorazione al molino, mostrando i chicchi di grano, i tipi di farina (0, 00, integrale, tipo 1 e tipo 2), l’importanza del sale nell’impasto e il lievito.

Ciascun bambino ha avuto la sua pallina di pizza, rimasta per 24 ore a riposare per la lievitazione, che l’indomani è stata allargata e condita con pomodoro e mozzarella e degustata con soddisfazione dopo la cottura.

Tutti hanno ricevuto un attestato di partecipazione e un buono pizza omaggio da consumare presso la pizzeria La Pergola, di cui Casano è titolare.

La farina utilizzata per il progetto scolastico è stata offerta dai Grandi Molini Italiani,

il primo gruppo molitorio italiano e tra i principali in Europa nella produzione di farina di grano tenero e semola di grano duro.

“E’ stata una bella esperienza – dice Maurizio Casano – vissuta da parte mia con responsabilità e da parte degli alunni con l’entusiasmo tipico dei loro 8 anni, ma anche con grande interesse.

‘Mani in pasta’ è un progetto molto articolato che ha come finalità la diffusione di sani stili di vita quali una corretta alimentazione e un’adeguata attività motoria tra i ragazzi e gli adolescenti,

e sono stato lieto di aver dato il mio contributo con un momento anche di allegria legato alla preparazione della pizza che rappresenta sempre un alimento gustoso e apprezzato da tutti.

Da titolare da 20 anni di una pizzeria, e appartenente a una famiglia di panettieri da due generazioni, il mio sogno resta quello di portare avanti questa tradizione e formare i giovani che desiderano intraprendere questo tipo di lavoro”.