fbpx

Tecnico Grandi Molini Italiani SPA

Nominato Tecnico di Grandi Molini Italiani al Corso di Istruttore di Pizza News School

Titolare dal 1998 della pizzeria “La Pergola”, Maurizio, in rappresentanza della Sicilia, ha da tempo guadagnato il titolo di Master Istruttore pizzaiolo. Il corso si svolge a Bisceglie…

C’è anche il marsalese Maurizio Casano, titolare dal 1998 della pizzeria ‘La Pergola’, nel team di professionisti (della Puglia, del Veneto e della Campania) chiamati per realizzare il 16° Corso di Istruttore di Pizza News School Srl, da Luigi Ricchezza, Tecnico di Grandi Molini Italiani S.p.A. Il corso si svolge a Bisceglie dall’11 al 15 ottobre, con numerosi partecipanti provenienti dall’Italia e da svariate nazioni, tra cui l’Inghilterra, la Svizzera, l’Austria, il Belgio e la Polonia. Maurizio, in rappresentanza della Sicilia, ha da tempo guadagnato il titolo di Master Istruttore pizzaiolo, conferitogli proprio da Pizza News School – la Scuola certificata e accreditata in Europa specializzata in corsi di pizzaiolo e istruttore pizzaiolo – conseguito con il massimo dei voti per Istruttore di Pizza Classica, Pizza Napoletana, Pizza in Pala e Pizza in Teglia.

E come ogni anno, Luigi Ricchezza ha nominato i nuovi Tecnici G.M.I. Quest’anno a ricevere la nomina è stato anche Maurizio Casano, assieme a Gabriele Bocchia di Asiago. Il Maestro Ricchezza ha consegnato a entrambi la valigia da Tecnico con all’interno tutte le attrezzature professionali della Lilly Codroipo e la Giacca Ufficiale di Tecnico. 

I due neo tecnici di Grandi Molini Italiani S.p.A. si occuperanno di fornire assistenza ai vari distributori di farina dislocati nelle regioni di residenza e di gestire demo all’interno di fiere locali o aule attrezzate

Maurizio Casano nasce da una famiglia di panettieri da due generazioni. Nel 1998 decide di aprire una pizzeria da asporto fra le prime in città e già da allora si distingue per la sua professionalità: è stato il primo a portare a Marsala le pizze con crema di pistacchio e con crema di zucca, e oggi delizia i palati di ogni età. Il suo intento è quello di portare avanti questa tradizione e formare i giovani che desiderano intraprendere questo tipo di lavoro. A Marghera, in provincia di Venezia, ha già portato due marsalesi e un trapanese, rendendoli istruttori pizzaioli dopo aver fatto seguire loro l’apposito corso di preparazione. Qualche anno fa a Marsala è stato protagonista di un’iniziativa portata avanti da un istituto scolastico per due giornate dedicate alla pizza e ai bambini grazie al progetto “Mani in pasta – consapevolezza alimentare nei banchi di scuola”, che aveva come finalità la diffusione di sani stili di vita quali una corretta alimentazione e un’adeguata attività motoria tra i ragazzi e gli adolescenti.